ORDINE FRANCESCANO SECOLARE - OFS
Vivere il Vangelo di Gesù alla sequela di san Francesco d'Assisi
Le origini
L'Ordine Francescano Secolare è una delle componenti della grande famiglia francescana che è costituita dai tre Ordini fondati da san Francesco d’Assisi: il Primo ordine (i frati), il Secondo ordine (le religiose contemplative, dette Clarisse) e il Terzo ordine (i secolari dell’OFS e i religiosi e le religiose del TOR - Terzo Ordine Regolare).
L'Ordine Francescano Secolare si articola in fraternità a vari livelli: locale, regionale, nazionale e internazionale. Esse sono tra di loro coordinate e collegate a norma della Regola OFS e delle Costituzioni.
Dalle fonti non è possibile stabilire con precisione la nascita del movimento: tuttavia, possiamo ripercorrere date ed episodi della vita di san Francesco d’Assisi che ci vengono in aiuto.
Nel 1210 il Santo aveva fondato il Primo ordine, quello dei frati; nel 1211 accoglieva Chiara e, rivestendola dell’abito francescano, egli dava l’avvio al Secondo ordine, quello delle Clarisse.
Nel 1212, di ritorno da Roma, ad Alviano, le fonti dicono che Francesco fece tacere le rondini per farsi sentire dal popolo, riunito ad ascoltare la sua predica. Già da tempo molti uomini e donne gli chiedevano di poter vivere secondo il suo esempio e, in tale occasione, promise una regola di vita per le persone che vivevano nel mondo, sposate o non sposate, di qualsiasi età e ceto sociale. Da qui partì l’idea di un Terzo ordine, composto da “quelli che fanno penitenza”, cioè uomini e donne la cui vocazione li avrebbe portati a osservare il Vangelo di Gesù Cristo nella propria quotidianità, nella famiglia e nel lavoro.
Diversamente da altri ordini di penitenti (già presenti nella Chiesa cattolica a partire dai secoli IV e V), i penitenti francescani promuovevano un cambiamento di vita non astioso né polemico nei confronti della società e della Chiesa del tempo - di cui ben vedevano i difetti - ma esprimevano un profondo spirito di umiltà e di pace, rifiutando anche di portare armi in un tempo in cui le contese erano la norma. Si trattava di un movimento pacifico, interno alla Chiesa, tuttavia innovatore perché, contrariamente ai tempi, sosteneva la carità verso il prossimo e la fratellanza universale.
Una vocazione, una Regola: queste caratteristiche contraddistinguono l’OFS dalle pie associazioni di laici.
Il Memoriale propositi fratrum et sororum de poenitentia (1221) è considerata la prima regola, preparata da Francesco con il cardinale Ugolino e approvata da papa Onorio III; ad essa succederanno: nel 1289 la Regola bollata da papa Nicolò IV, nel 1883 la Regola promulgata da papa Leone XIII e nel 1978 la Regola attuale, approvata da papa Paolo VI, con la quale il Terzo ordine assume il nome di Ordine Francescano Secolare.
Infatti, per i primi decenni di vita dell’Ordine, la denominazione fu varia: “Fratelli e sorelle della penitenza”, “Penitenti”, ecc.; in seguito, specie da parte dei frati del Primo ordine e da parte del papato, si cominciò a usare l’espressione “Terzo ordine”, non come nome proprio né per indicare dipendenza dal Primo, ma solo per stabilire una graduatoria nel tempo di fondazione; una scelta pratica, insomma, che soppiantò le precedenti e rimase in vigore, appunto, fino al 1978 quando venne promulgata la nuova Regola che così - nel nome - ribadiva il valore dell’ordine secolare e la sua autonomia rispetto al Primo ordine.
Penitenza… penitenti... sono termini ai quali non dobbiamo attribuire un significato “negativo” riconducibile a uno stato di punizione o tristezza. La penitenza, nell’Ordine Francescano Secolare, fin dalle sue origini, viene intesa nel significato più profondo di conversione, di cambiamento di cuore e di mente; è vivere attivamente nel mondo - e non fuori di esso - secondo la logica di nostro Signore Gesù Cristo, seguendo “l’esempio di San Francesco d’Assisi, il quale del Cristo fece l’ispiratore e il centro della sua vita con Dio e con gli uomini” (Regola, 4).
Un ordine, quindi, quello francescano secolare, a pieno diritto nella Chiesa, con responsabilità in essa e nella società in cui opera: rinnovato, attraverso la Regola del 1978, dalle sollecitazioni e dalle indicazioni del Concilio Vaticano II.

Fonti Francescane a cura di E. Caroli, ed. EFR
Regola dell’OFS Seraphicus Patriarcha, 1978
L’Ordine francescano secolare. Storia, legislazione, spiritualità di A. Fregona, ed. Imprimenda
https://www.ofslombardia.com/index.php?option=com_content&view=article&id=129&Itemid=468, sito dell’OFS Lombardia, 16/11/2020

Chi è il Francescano Secolare
Il francescano secolare è un laico, chiamato a compiere il suo cammino di vita quotidiana, relazionale e lavorativa, aderendo alla spiritualità francescana.

SCEGLIE di seguire san Francesco d’Assisi, discepolo di Cristo e maestro dei fratelli nella sapienza e nell'amore evangelico. Come lui cerca di impegnarsi a vivere il Vangelo secondo lo spirito delle Beatitudini e di testimoniarlo con dedizione e coerenza.

DESIDERA conoscere il disegno di Dio su di sé e compiere la sua volontà; amare Gesù e la Madonna. Essere strumento di pace e bene per il prossimo; vivere la figliolanza nei confronti della Chiesa. Accogliere il carisma di san Francesco: cercare di crescere nella minorità francescana, ossia vivere lo stile evangelico
di fraternità, umiltà, povertà e letizia.

CERCA DI ATTUARE questi propositi mediante:
la testimonianza lieta e coerente al Vangelo;
la formazione, con cui impara a conoscere la fede cristiana e la spiritualità francescana;
la preghiera, da cui attinge decisione e forza;
il servizio, che concretizza la carità e l’umiltà;
la vita in fraternità per rafforzare i vincoli di conoscenza reciproca, amicizia e comunione propri di un’autentica famiglia di Dio;
la conversione continua, con cui ogni giorno si compie un passo verso la santità, a cui è chiamato ogni battezzato.

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

CHI SIAMO
La fraternità OFS Sacro Cuore di Gesù nasce nel 1909.
Il capitolo elettivo di Aprile 2018 ha rinnovato il Consiglio che attualmente è così composto:
- Ministra: Chiara Barni
- Viceministra e tesoriera: Rosanna Gandini
- Responsabile della formazione: Alessandra Faggian
- Segretaria: Francesca Periccioli
- Assistente spirituale: fra Antonio Belingheri
Oggi la fraternità conta ventisei professi, due ammessi e un iniziando.

COSA FACCIAMO
Oltre all'animazione liturgica e a varie opere caritative, quest'anno la fraternità è impegnata su tre progetti:
1. Servizio spirituale a degenti in ospedale
2. Sostegno alla cura di bambini e ragazzi di famiglie in difficoltà (Progetto ”EMERA”)
3. Collaborazione con la Caritas parrocchiale (Progetto ”Aiuto al povero, alla scuola di Francesco d'Assisi”).

LA FORMAZIONE
La formazione permanente dei professi, attuata in incontri mensili e in conformità a quanto proposto dai Consigli regionale e nazionale, ha come obiettivo il richiamo costante a una vita evangelica secondo la spiritualità di san Francesco d’Assisi, pur nello stile “secolare”, cioè di laici che vivono nella società. La formazione per chi desidera iniziare questo percorso di vita prevede due incontri mensili finalizzati a conoscere la spiritualità francescana e la Regola OFS.

DOVE SIAMO
La nostra fraternità OFS è accolta presso la Parrocchia Sacro Cuore di Gesù dei Frati minori cappuccini in Via Milano 32 a Brescia

REFERENTI

fra Antonio Belingheri: assistente spirituale

Chiara Barni: ministra della fraternità

CONTATTI

Chiara Barni cell. 3429223333

[email protected]

INCONTRI

Tutta la Fraternità s’incontra la seconda domenica del mese presso il Convento dei Frati Minori Cappuccini in Via Milano 32 a Brescia

ore 9.00 S. Messa

ore 10.00 Incontro fraterno

VIENI E VEDI
Gli incontri sono aperti a tutti

A causa dell’emergenza Covid-19 gli incontri sono sospesi.