marchio-sacrocuore-o

Parole sante.

Ho da dirti qualcosa (Lc 7,40)

L’oratorio san Carlo è pronto a ripartire per il nuovo anno pastorale 2022/2023. Ci attendono grandi occasioni di incontro, condivisione e crescita. Il tema che accompagnerà i vari gruppi è l’Ascolto della Parola. Le parole spiegano, narrano, riempiono, volano, alcune restano. Alcune parole sono così grandi che cambiano le vite. Sono le parole “sante”, cioè le parole che sanno dire il divino.

Siamo consapevoli che Dio parla fin dall’inizio. La storia inizia con la sua Parola, che crea il mondo, chiama alla vita. “Ho da dirti qualcosa”, dice Gesù a Simone come ad ognuno di noi. Con Gesù – Parola del Padre – siamo chiamati, iniziati, educati, convertiti, salvati e animati. Durante l’anno pastorale saranno molte le sfide e i momenti di gioia che accompagneranno la vita del nostro oratorio: il percorso di ICFR dei bambini, il gruppo adolescenti, il percorso di avvicinamento alla GMG a Lisbona (1-6 agosto), l’attenzione alla dimensione educativa e il ruolo delle famiglie. Ascoltiamo e viviamo la Parola, il Signore è tra noi.

fra Alberto

iscrizioni-catechismo

Da martedì 20 settembre riaprono le iscrizioni al catechismo.

Clicca qui per scaricare il modulo d’iscrizione.

Da martedì 20 settembre ricomincia lo Spazio Compiti, tre appuntamenti settimanali per supportare i bambini e i ragazzi a svolgere i compiti.

Clicca qui per scaricare il modulo d’iscrizione.

ATTIVITÀ ORATORIO 2022-23

#5 – Pallacanestro “Serafica San Carlo”

🗓 Dal 12 settembre 2022
🕑 Tutti i martedì dalle 21 alle 23
📍Palestra Istituto di Istruzione superiore Piero Sraffa, Via Daniele Comboni, 6, 25123, Brescia, BS
ℹ️ Per info e news @seraficasancarlo

Dopo diverso tempo di inattività, il Gruppo Sportivo ritorna a competere e si è iscitto al campionato di pallacanestro organizzato dal @csibrescia

Campi Estivi 2mila22

                   Puntiamo in alto: l’esperienza in Maniva

Avventura, Amicizia e Libertà sono stati i temi affrontati dai ragazzi durante i giorni trascorsi presso la Casa vacanza Maniva a Bagolino (BS) nel periodo dall’11 al 23 luglio. Al fresco, lontano dal traffico, dai rumori e dall’inquinamento, i ragazzi hanno potuto gustare la bellezza della natura, giocare, fare passeggiate e trascorrere insieme delle serate sotto un bellissimo cielo stellato. Nella prima settimana,  i 20 ragazzi dai 10 ai 14 anni – insieme agli animatori e ai responsabili – hanno raggiunto il passo Maniva e un altro giorno, partendo dalla località Gaver, i laghetti di Bruffione. La lettura del breve e intenso romanzo di Luis Sepùlveda “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico” ha ispirato molte riflessioni e spunti sull’importanza delle amicizie. Nella seconda settimana, 25 adolescenti dai 14 ai 18 anni hanno vissuto invece un’esperienza in autogestione: sono stati chiamati a occuparsi del cucinare, lavare e organizzare le giornate. Una sfida più ardua che però li ha resi maggiormente protagonisti e ha permesso loro di vedere come la libertà chiami alla responsabilità e all’impegno per gli altri. Bellissimo il giro del lago della Vacca e aver potuto festeggiare alcuni compleanni proprio nei giorni che trascorrevamo insieme.

Grest BATTICUORE

I bambini e gli animatori al Grest “Batticuore” dell’Oratorio San Carlo.
Grande divertimento e partecipazione per un’estate ricca di colori e di emozioni.

Grande successo della Festa dello Sportivo!!!

Con gioia e allegria tante persone si sono trovate nel cortile dell’oratorio per una serata di ottimo cibo, musica e giochi.

Si sono conclusi i lavori per la realizzazione del murales

”Natura e Incontro” alcune fasi di lavoro per la realizzazione del nuovo murales in oratorio nel mese di maggio 2022. Gli studenti dell’accademia Santa Giulia, guidati dal prof. Rossoni, hanno lavorato con passione e creatività.

Abbiamo scritto una pagina di Vangelo
I ragazzi delle medie raccontano la loro esperienza a Roma

Ragazzi raccontateci il vostro pellegrinaggio. «Lunedì 18 Aprile siamo partiti per Roma con la proposta organizzata dalla Diocesi e dal nostro Oratorio: tre giorni intensi per incontrare papa Francesco e visitare la città. Eravamo in trenta della nostra parrocchia, noi ragazzi delle medie e…

Clicca qui per continuare a leggere

gli adolescenti di 1a-3a superiore».

Quale monumento vi è piaciuto di più? «La basilica di San Pietro genera stupore: è grandissima, alcuni di noi vi entravano per la prima volta. Immensa, pulita, ci si sente piccoli rispetto alla grandezza del luogo, bellissima la vetrata con la colomba». «Mi è piaciuto molto, vicino a Castel sant’Angelo, il palazzo di Giustizia, della Corte di Cassazione, con la sua facciata imponente». «Tutto il centro storico e il Colosseo».

E quale momento vi ha colpito di più? «Al mercoledì siamo stati al santuario del Divino Amore con i 1800 ragazzi della Diocesi di Brescia e abbiamo celebrato la messa con il vescovo Pierantonio. Al Padre Nostro ci hanno chiesto di prendere tutti la nostra bandana azzurra e alzarla come se avessimo un pezzo di cielo tra le mani». «Il primo giorno in piazza san Pietro: eravamo talmente in tanti che siamo rimasti ai margini della piazza, vicino al colonnato. Abbiamo visto il Papa da vicino quando passava tra la folla con l’auto. Non mi aspettavo di essere così in tanti».

C’è una frase che avete fissato? «Il Papa ci ha detto di non avere paura, di avere il fiuto per la verità e le cose autentiche». «Anche le parole del vescovo, al mercoledì mattina, che ha ripreso l’incontro di Pietro con il malato a Gerusalemme: “Nel nome del Signore, io ti dico alzati!” Nel nome del Signore possiamo fare grandi cose e aiutare gli altri».

Cosa portate a casa? «Abbiamo rafforzato il legame di amicizia tra di noi e con gli adolescenti. Sul nostro pullman viaggiava anche il gruppo di Castrezzato: sono sorte belle amicizie con Simona, Elisa e gli altri ragazzi». «Tante emozioni e molta gioia» Possiate custodire questa esperienza e annunciare la bellezza di quanto avete vissuto!

Alice, Lucrezia, Valentina, Riccardo, Giacomo, Luca, Alessandro,
Silvia, Annamaria, Emilia, Shavielis, Andrea, Matteo, fra Alberto

Il nuovo Murales nel cortile dell'oratorio

A seguito dei lavori di rinnovo svolti nel 2021, della locazione di giochi e attrezzature per i bambini e della cura dell’area verde protetta, Oratorio San Carlo ha avviato una collaborazione con l’Accademia Santa Giulia, in particolare con gli studenti del biennio specialistico di Decorazione Artistica, guidati dal prof. Adriano Rossoni.

Gli studenti sono stati coinvolti a…

Clicca qui per continuare a leggere

dicembre 2021 nella progettazione di un murales, da realizzare sulla parete nord del cortile (superficie di circa 200 mq), che unisse i temi di natura, incontro, cultura ed esprimesse un messaggio di accoglienza e incontro per tutti coloro che frequentano l’oratorio, italiani o stranieri, cristiani o di altre confessioni.

Gli studenti hanno elaborato 5 differenti progetti e nel febbraio 2022 è stato scelto il progetto “Natura e Cultura” che ha espresso, nel migliore dei modi, le tematiche indicate, ispirato agli alberi di Leonardo Da Vinci in Castello Sforzesco a Milano. L’intervento prevede dei costi legati al posizionamento di un ponteggio fisso per una settimana, materiali di sicurezza, attrezzature, pitture, con una spesa prevista totale di 3.500 Euro più IVA. Il progetto sarà realizzato dai giovani studenti a metà del mese di maggio!

ESTATE 2022

Ricomincia l’estate, ricominciano le attività con il vostro Oratorio…

Grest, Campo estivo in montagna, giornata delle famiglie, campo Ado e i giovani, esperienza missionaria…

Ecco l’elenco completo delle attività previste:

GREST in oratorio
Da lunedì 13 giugno a venerdì 8 luglio dalle 9.00 alle 17.30
servizio mensa 3 giorni, piscina Tibidabo e gita pranzo al sacco
30 euro a settimana + 5 euro maglietta +6 euro pasto
Iscrizioni da martedì 17 maggio a venerdì 3 giugno

CAMPO ESTIVO in montagna
Da lunedì 11 luglio a domenica 17 luglio dalla 4° elementare alla 3° media
Casa Vacanza Maniva – Bagolino (BS)
250 euro (vitto, alloggio, trasporto)

Giornata delle famiglie 
Domenica 17 Luglio in Maniva

CAMPO Ado e giovani
Da domenica 17 luglio a sabato 23 luglio per adolescenti e giovani
Casa Vacanza Maniva – Bagolino (BS)
230 euro (vitto, alloggio, trasporto)

ESPERIENZA MISSIONARIA
Progetto Graziella per i giovani
Da mercoledì 3 agosto a venerdì 19 agosto in CAMERUN a Douala e Balengou nelle missioni dei frati minori cappuccini

Info:
fra Alberto 3429208242
Claudio 3384316603
Fabio 3270782018
[email protected]

Via Francigena
I giovani da papa Francesco, percorrendo la via Francigena
Roma arrivo

Da Firenze a Roma in bicicletta, lungo la via Francigena, quello che sembrava un sogno si è realizzato quest’estate per 8 ragazzi della nostra parrocchia, accompagnati da …

Continua a leggere

Claudio Teroni e da fra Alberto.

Domenica 11 luglio, con la messa di Mandato e la consegna della Carta del pellegrino per le credenziali, ha preso il via il Cammino per la celebrazione del centenario del nostro Oratorio San Carlo. Raggiunta in treno Firenze, lunedì 12 si è iniziato a pedalare in direzione di Roma! Ben equipaggiati con le borse laterali sulle mountain-bike, in 6 giorni sono stati percorsi 420 km. I comuni attraversati sono stati: Colle Val d’Elsa, Siena, San Quirico d’Orcia, Radicofani, Acquapendente, Bolsena, Vitorchiano, Viterbo, Casaccia, ognuno custode di santi e di tradizioni secolari.

Il tracciato così pensato ha permesso ai giovani pellegrini Davide, Nicola, Samuele, Nicolò, Luigi, Michele, Christian, Daniele, di scoprire giorno per giorno la varietà e l’unicità dei paesaggi della valle del Chianti, della val d’Orcia, dell’alto Lazio, con campi di grano, girasoli, vitigni, incontrando volti e sorrisi, insieme a gesti di accoglienza, di confronto e di amicizia.

Non sono mancate disavventure: infinite salite, caldo e pioggia, forature e cadute, polvere e sete, ma ogni situazione è stata affrontata insieme e con senso pratico. «Ogni sera, distrutti, il ripensare a quanto vissuto dava la carica per il giorno successivo. Il nostro andare era accompagnato dalla Parola del Vangelo che leggevamo all’inizio di ogni tappa e pregavamo per le realtà presenti nella nostra Parrocchia (le famiglie, i bambini e i giovani, gli ammalati, i gruppi di servizio…); sentivamo vicino anche le preghiere di coloro che da casa ci ricordavano in questa avventura.

Sabato 17 luglio, percorrendo la via ciclabile del lungo Tevere, siamo arrivati a Roma, provando felicità e soddisfazione nel vedere la Basilica davanti a noi. Domenica 18 luglio eravamo in piazza San Pietro per l’Angelus, raggiunti anche da altri amici bresciani. Grande emozione ha suscitato il saluto di papa Francesco rivolto ai giovani lì in piazza:

Saluto i numerosi giovani presenti,

in particolare, i gruppi dell’Oratorio Sant’Antonio di Nova Siri,

della parrocchia Maria Regina di tutti i Santi in Parma,

della parrocchia Sacro Cuore in Brescia

e dell’Oratorio Don Bosco a San Severo.

Cari giovani, buon cammino sulla via del Vangelo! 

(papa Francesco, Angelus in piazza San Pietro 18 luglio 2021)

Le sue parole sono risuonate in noi, è stato il culmine di un cammino vissuto insieme che allarga gli orizzonti del cuore e della mente. Quel pomeriggio stesso siamo tornati a Brescia, e il nostro pellegrinaggio è diventato un bagaglio prezioso per il nostro vivere, per l’oratorio e per nuovi lunghi cammini.     

fra Alberto

Roma san Pietro
Attività in oratorio
BUON COMPLEANNO, ORATORIO!!!
Il 3 novembre 1920, con la solenne celebrazione delle Prime Comunioni dei bambini, venne inaugurato l’Oratorio San Carlo. Giorni di festa visse l’intera comunità: il 4 novembre, festa di San Carlo Borromeo, il vescovo diocesano, mons. Giacinto Gaggia, benedisse la chiesa dedicata a...

Continua a leggere

S. Giacinto, S. Francesco e S. Carlo e, nel pomeriggio, il vescovo ausiliare, mons. Bongiorni, tenne i primi vespri pontificali; il 5 novembre venne celebrata la Messa pontificale di mons. Gaggia e, nel pomeriggio, seguì un concerto all’oratorio della Pace “Pro inaugurazione dell’oratorio parrocchiale”. Tutta la musica, tanto in chiesa che al teatro della Pace, fu diretta dal cappuccino padre Alipio da Origgio.
Le Cronache dell’epoca così riportano: «Il magnifico oratorio, inaugurato il giorno di S. Carlo, sorge in via A. Luzzago, maestoso e imponente. La bella chiesa elegante, che sorge nel mezzo, divide i due grandiosi aloni e due ampi cortili che accoglieranno da una parte i figlioli e dall’altra le figliole. Ai saloni laterali e alla chiesa corrispondono altri saloni seminterrati destinati a tutti gli usi degli oratori moderni. Dietro la chiesa sorgerà il teatro-cinema parrocchiale e sopra i due grandi saloni laterali sorgeranno a destra altri locali per la gioventù maschile con annessa casa del custode ed a sinistra la casa delle Madri Canossiane chiamate e dirigere l’asilo, le scuole per i fanciulli e le fanciulle, le scuole di lavoro alle giovinette e per le lezioni di catechismo».
L’oratorio sorse per il grande desiderio e la volontà del nuovo parroco padre Luigi Castelli da Guanzate (1874-1954), che volle accostare spiritualmente tutti i suoi parrocchiani dedicandosi ai piccoli per poter arrivare al cuore dei grandi. Nello stesso anno del suo ingresso ufficiale (1920) diede inizio alla costruzione dell’oratorio, fiducioso nella divina Provvidenza e aiutato dalle famiglie della Parrocchia, in particolare da due benefattori: Giacinto Mazzola e Francesco Perlasca. Quale atto di riconoscenza, padre Luigi volle che la chiesa dell’oratorio venisse dedicata ai santi Carlo, Giacinto e Francesco, in omaggio al vescovo e ai grandi benefattori e a S. Carlo, patrono della monastica provincia dei cappuccini di Lombardia.
Padre Luigi, con immensi sacrifici e con il generoso contributo di varie persone bresciane, costruì l’asilo nel nuovo ambiente di via Luzzago e la parrocchia incominciò a rifiorire: introdusse l’Associazione dell’Apostolato della preghiera, la Confraternita delle madri cristiane, la Confraternita del SS. Sacramento, il Terz’Ordine Francescano, l’Azione Cattolica, la Scuola di Canto e la Banda Musicale.
Quanti semi furono posti e quanti giovani poterono fin da subito riunirsi e impegnarsi nella carità e in un cammino di fede autentico! Un inizio glorioso portò al susseguirsi di anni importanti, ricchi di iniziative. Molti parroci e vicari parrocchiali continuarono a dedicarsi al nostro oratorio: ricordiamo padre Germano Tarsia (1910-1970) che fece costruire il palazzo scolastico inaugurato il 27 ottobre 1957, padre Michelangelo Bocchiola (1930-2016), padre Giambattista Rosa che curò il restauro della chiesa e del teatro, fra Paolo Giavarini che ha approvato i lavori del nuovo restauro; e alcuni vicari parrocchiali: fra Gaudioso Riva (1949-1999) che fondò l’associazione sportiva Serafica, fra Costante Facoetti, fra Pietro Bolchi, fra Massimo Taglietti, fra Francesco Serra.
Quante ore passate sul campo da calcio, quanti viaggi e vacanze estive, feste, Grest, spettacoli teatrali!!! Proprio grazie alla Compagnia “Chei del San Carlo” l’oratorio era conosciuto in tutta la città.
Oggi come allora l’oratorio continua il suo impegno nell’educazione dei giovani alla fede, all’amore per il teatro, la musica e lo sport. Resta un punto di riferimento per bambini, adulti e anziani, italiani e stranieri, che possono incontrarsi e condividere momenti insieme.
E, con il progetto del nuovo oratorio, nuovi 100 anni ci aspettano!!!
Tutto questo celebreremo Domenica 8 Novembre con la messa di ringraziamento alle 10.15 in parrocchia: 100 anni dalla fondazione dell’Oratorio San Carlo, 100 anni di storia e l’inizio di una nuova avventura tutta da scrivere… Avremmo voluto vivere una grande festa, inaugurare il nuovo cortile e una mostra storica fotografica ma, per la particolare situazione che stiamo vivendo, abbiamo dovuto rinviare. Ci rifaremo!!!
Auguri a tutti noi!!!

Anche il Giornale di Brescia parla di noi..., clicca sull'immagine e leggi l'aricolo.
dove siamo
via Luzzago, 9 a/b/c
25126 Brescia
i nostri orari
dalle 16.00 alle 19.00
lunedì chiuso
contatti
logo facebook
logo instagram