Logo2
Nei mesi di Luglio e Agosto sono sospese le messe prefestive delle ore 16.00 al cimitero e le messe festive delle ore 11.30 in oratorio - Vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre attività? Iscriviti alla news letter dal menù Contatti -
Tempo di vacanze
Carissimi fratelli e sorelle della comunità parrocchiale del Sacro Cuore di Gesù in Brescia,
è tempo di vacanze!
Grande è il desiderio di stare al sole, di fare un tuffo al mare, di camminare su e giù per i monti, di trascorrere serate tra amici, ancora di più dopo i lunghi mesi in cui siamo stati confinati tra le mura domestiche senza poter ...

Continua a leggere

incontrare le persone a noi care.

È  stato sicuramente un altro anno duro, ognuno di noi ne ha fatto esperienza, per questo sentiamo il bisogno di un tempo di sollievo, ma tutto questo non deve assopire il nostro senso di responsabilità e di solidarietà.

Responsabilità intesa come capacità a non cedere alla superficialità, ma piuttosto a tener alta la guardia, facendo attenzione, per rispetto a noi stessi e verso gli altri, ad avere comportamenti accorti per proteggere gli altri dal rischio di nuovi contagi, soprattutto riguardo alle persone più fragili.

Solidarietà intesa come consapevolezza e attenzione  verso le tante persone a cui questo tempo di vacanza sarà negato, soprattutto a motivo di ristrettezze economiche che si sono accentuate a causa della pandemia.

Vi auguro di vivere bene questo tempo di “divertimento” facendo attenzione a non  “divertere”, cioè – come dice Pascal – a ricordarci  che: «L’uomo è manifestamente nato a pensare; qui sta tutta la sua dignità e tutto il suo pregio; e tutto il suo dovere sta nel pensare. Ora, l’ordine del pensiero esige che si cominci da sé».

Vi auguro di vivere appieno questo tempo di riposo, ricordando che riposare è un’arte specificatamente umana che ci apparenta alla stessa capacità divina, cioè saper «cessare» il lavoro prendendo distanza dalle occupazioni ordinarie per dare loro il giusto posto e il senso più vero nell’insieme del mistero della vita.

Un riposo non deve essere inteso come spensieratezza, perché ciò non sarebbe rispettoso verso la nostra esperienza di vita e verso quella degli altri, un certo far finta che non sia successo niente e che tutto sia finito distogliendo lo sguardo dalla nostra umana avventura che ci accomuna tutti.

Che questo tempo di vacanze sia per tutti noi un tempo di affinamento di consapevolezza così da poter crescere sempre più in umanità, sapendo che ciò dipende solo da noi.

Buone vacanze a tutti!

Il vostro parroco
fra Cristian

Lunedì 31 maggio prende il via la nuova formula di accompagnamento per le famiglie bisognose della nostra parrocchia
Apre l’emporio della solidarietà dedicato a p. Ulderico
Insegna Emporio
Lunedì 31 maggio sarà il giorno dell’apertura! Sono passati diversi mesi dall’annuncio che la nostra parrocchia avrebbe accolto un Emporio della Solidarietà intitolandolo al nostro indimenticato p. Ulderico. Sono stati mesi di preparazione e di incontri con i responsabili della Caritas diocesana per acquisire le linee guida e gli standard di funzionamento previsti a livello nazionale. Una grande svolta per l’attività della...

Continua a leggere

nostra Caritas parrocchiale. Molte infatti le novità, tra cui un rinnovato impegno da parte dei nostri volontari dettato dalla necessità sia di dotarsi di strumenti informatici per la gestione dell’attività dell’Emporio, sia di proporre alle persone che si rivolgono al centro di ascolto un percorso di accompagnamento individualizzato. I referenti dei centri di ascolto, dopo aver valutato le singole situazioni, rilasciano infatti una tessera a punti da utilizzare per fare la spesa presso l’Emporio della Solidarietà che si configura come un vero e proprio minimarket dove trovare generi alimentari, prodotti per l’igiene personale e per la casa.

Offrire a una persona in difficoltà la possibilità di fare la spesa, la riporta a una dimensione ordinaria e dignitosa di vita quotidiana. Il progetto prevede il coinvolgimento di altre due parrocchie, Fiumicello e Primo Maggio, che si uniranno nel prossimo autunno. Inizialmente l’Emporio sarà aperto due pomeriggi alla settimana, il lunedì e il mercoledì, mentre quando sarà a regime si prevede l’apertura anche nella giornata di venerdì.

Anche l’inaugurazione ufficiale, con la benedizione del nostro Vescovo Pierantonio Tremolada è prevista per questo prossimo autunno, quando tutte e tre le realtà parrocchiali coinvolte saranno operative.

Gli sforzi fatti per far giungere a compimento questo nuovo progetto sono stati davvero tanti e ora ci rivolgiamo alla sensibilità dei nostri parrocchiani affinché non facciano mancare la loro generosità a sostegno di questa importante iniziativa per chi cerca di uscire dalle proprie difficoltà. Un grazie di cuore ad ognuno di voi per quanto vorrete condividere!

Cercasi...
Carissimi parrocchiani e parrocchiane,
ogni volta che entriamo in chiesa per partecipare alla Messa o per pregare o per accendere una candela, noi ci troviamo in un ambiente pulito e ordinato. Ciò è possibile grazie alle premure di alcune persone della nostra comunità, le quali, una mattina a settimana, si impegnano nella pulizia della nostra chiesa, mosse dalla preoccupazione verso ognuno di noi, così che, quando entriamo in chiesa, possiamo trovare un ambiente sanificato e accogliente. Purtroppo, in questi anni, per motivi di salute o perché il Padre ha chiamato a sé alcuni volontari, il gruppo si è sempre più assottigliato.
Per questo mi rivolgo a voi, soprattutto a coloro che sono in pensione e non sanno cosa fare e vorrebbero fare qualcosa per far sentir l’altro accolto e aiutarlo a pregare nella nostra chiesa.
Se sei disponibile e vuoi saperne di più, vieni il giovedì mattina dalle 9.30 alle 11.30, l’orario in cui si fanno le pulizie. Ti aspettiamo.
Ma che freddo fa nella nostra chiesa!
Carissimi fratelli e sorelle della comunità parrocchiale del Sacro Cuore di Gesù in Brescia,
“Ma che freddo fa in questa chiesa!” questo è da sempre il ritornello che sentiamo di più nel periodo invernale… ed effettivamente è proprio così. L’attuale impianto di riscaldamento è alimentato mediante il teleriscaldamento e il calore prodotto viene poi diffuso nella chiesa tramite un ricircolo d’aria calda. L’impianto è obsoleto e non riesce a riscaldare adeguatamente la nostra chiesa; per di più risulta troppo....

Continua a leggere

dispendioso: infatti, ogni anno, si spendono circa 8000 euro di teleriscaldamento e 2000 euro di energia elettrica, a cui si aggiungono poi i costi per la manutenzione ordinaria.

Inoltre quest’anno, a causa del Covid, non abbiamo potuto attivarlo perché la diffusione dell’aria calda avrebbe facilitato la propagazione del virus. E questo potrebbe capitare anche per gli anni successivi, visto la permanenza del virus.

Pertanto, da qualche mese, ci siamo attivati per dotare la chiesa di un nuovo impianto di riscaldamento, più efficace, più economico ma che, soprattutto, scaldi davvero. Tra le varie proposte prese in considerazione, dopo attenta valutazione di tecnici e ingegneri competenti, con il Consiglio degli affari economici della Parrocchia, abbiamo pensato di iniziare le pratiche per un nuovo impianto di Riscaldamento con tecnologia a pedane riscaldanti alimentate con corrente elettrica.

Si tratta di un sistema di riscaldamento con pedane termiche da posizionare sotto i banchi della chiesa. Questa soluzione consentirà, durante la funzione, di fornire un confort localizzato, grazie al tepore percepito dagli arti inferiori. Una sonda permetterà di impostare la temperatura della pedana in un intervallo compreso tra i 26 e i 32° C.

Per un utilizzo del riscaldamento di 3 ore giornaliere per i giorni feriali e di 6 ore per la domenica, la stima del costo totale di energia elettrica ammonta a circa 4000 euro annui.  Il preventivo dell’installazione dell’impianto è di 40.000 euro.

Nei prossimi mesi vi comunicheremo se il progetto potrà essere ufficializzato, anche perché è necessario il benestare della Curia diocesana e della Sovrintendenza delle Belle Arti. Insieme al Consiglio degli affari economici parrocchiale cercheremo poi di trovare tutte le opzioni per finanziare il progetto facendo affidamento anche sul vostro contributo.

Come ci ricorda papa Francesco: «Ogni membro della comunità si senta responsabilmente e direttamente coinvolto nel sovvenire ai bisogni della Chiesa, attraverso le diverse forme di aiuto e di solidarietà».

Il vostro parroco
fra Cristian

logo Caritas